Paesaggi di Passaggio | mostra dei lavori


@ Sala del Consiglio, Municipio Bassa Val Bisagno, Piazza Manzoni 1, Genova
16-17-18 settembre 2014

La mostra raccoglie e presenta una selezione dei materiali sviluppati nell’ambito del Laboratorio di Progettazione Architettonica 2C curato da Eleonora Burlando e Luca Mazzari, il cui tema era identificare e sviluppare le relazioni che intercorrono tra architettura, città e paesaggio attraverso sperimentazioni progettuali condotte sulla Val Bisagno.

La fragilità del sistema vallivo nelle sue componenti morfologiche ed idrogeologiche, la pesante antropizzazione delle sponde unita alla presenza di importanti aree industriali in via di dismissione, il sistema della mobilità cui corrisponde una dotazione infrastrutturale insufficiente sono solo alcuni degli aspetti più critici ma al contempo più interessanti di questa realtà. Se poi sono uniti alla presenza di una dimensione rurale ancora riconoscibile – con piccoli borghi arroccati, ville nobiliari inserite all’interno di frammenti di paesaggio fortemente evocativi, percorsi pedonali, pievi storiche e il tracciato dell’ex acquedotto con i suggestivi ponti idraulici – essi rendono ancor più stimolante ragionare su questa porzione di territorio in un’ottica di riqualificazione complessiva della valle.

L’asta fluviale è stata intesa come una sequenza lineare di collegamenti trasversali – rappresentati dai ponti attualmente esistenti– i quali, a partire dalla propria natura infrastrutturale, hanno coinvolto gli spazi urbani circostanti mettendoli a sistema con le preesistenze e ponendosi come nodi urbani di nuovo tipo capaci di far convergere la dimensione dinamica del movimento automobilistico spondale con una percezione trasversale dei luoghi unita ad una vivibilità degli spazi di tipo lento e sequenziale.

Quattordici “punti di passaggio” sono stati individuati e sviluppati mettendo a sistema in maniera critica la memoria del passato resa dai numerosi frammenti presenti – con una visione del futuro possibile. I progetti, presentati attraverso un grande modello e delle tavole, risultano differenti in termini dimensionali e funzionali, ma sono unificati dall’idea che il progetto dello spazio pubblico sia oggi l’occasione primaria per ricucire brani di città e paesaggio, attivando un processo di riqualificazione complessiva che appare sempre più urgente per il recupero e la valorizzazione degli spazi urbani.

 

A cura di:

Prof. Arch. Eleonora Burlando, Prof. Arch. Luca Mazzari

con Arch. Francesco Forni, Arch. Raffaella Parodi

 

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 2C

SCUOLA POLITECNICA DI GENOVA

Patrocinio:

COMUNE DI GENOVA – MUNICIPIO BASSA VAL BISAGNO

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PPC DELLA PROVINCIA DI GENOVA

FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI PPC DELLA PROVINCIA DI GENOVA